Chagall

Immagine incorniciata dal testo1996 – 1997 Chiaravalle AN

Il teatro dei sogni
I dipinti murali del Teatro statale ebraico da camera di Mosca eseguiti da Chagall

Scrittura collettiva a soggetto a partire dalla pittura del ‘900

Il progetto “Teatro dei sogni” nasce da un’idea di teatro di ricerca in cui si sperimentano le modalità espressive di “nuovi linguaggi”, e si determinano le fasi della tecnica teatrale in relazione alla costruzione di un canovaccio nel quale inserire una scrittura collettiva del testo e dello spazio attraverso l’improvvisazione.
Il canovaccio viene sviluppato su un tema scelto, sulla base di una necessità artistica e pedagogica.
E’ stato possibile realizzare il progetto dopo un approfondimento della propedeutica al teatro durato un triennio di studio, teorico e pratico, insieme a un gruppo di insegnanti e studenti di età compresa tra gli 11 e i 45 anni. Il tema scelto riguarda i dipinti murali del Teatro statale da camera ebraico di Mosca, eseguiti da Chagall nel 1920, che “rappresentano una delle sue più importanti creazioni. Da una parte esprimono il pensiero di Chagall sul teatro ebraico, dall’altra l’artista vi ha riversato tutta la sua passione, i suoi sentimenti di amore e di odio, la sua gioia nel partecipare alla rinascita della cultura ebraica nella Russia rivoluzionaria e la sua frustrazione per la propria posizione all’interno di questa cultura e della Russia. Rappresentazione delle sue esperienze, essi esprimono la reazione dell’artista all’incontro con il teatro yiddish e un manifesto personale sulla sua evoluzione futura1”.

1 Ziva Amishai – Maisels, Marc Chagall Il teatro dei sogni, cit, p. 57, Fondazione Antonio Mazzotta, 1995.

CET Centro di Educazione Teatrale
Anno accademico 1996 – 1997, Direzione artistica Mario Gallo

Centro di Educazione Teatrale - Dipinti - Cartolina